SCARPERIA E SAN PIERO – Giacomo Dreoni di Borgo San Lorenzo ha diversi meriti da appuntarsi sul petto. Insieme a Vanni Bacciotti e a Pierluigi Ombrini fondò nel 1977 Radio Mugello Full Music. Nel 2010 è stato insignito Cavaliere della Repubblica. E’ uno chef con 40 anni di attività, ha lavorato anche per ambasciate e consolati. Dal 2018 gestisce a San Piero a Sieve, con i figli Davide – che ha seguito le orme del padre in cucina – e Giulia – molto apprezzata nella gestione in sala -, l’Osteria all’Aglione.

Il locale si trova nel centro della frazione del Comune di Scarperia e San Piero, ed è una delle eccellenze del progetto regionale di Vetrina Toscana (articolo qui). “L’Aglione è un prodotto eccezionale della nostra Toscana – racconta Giacomo – lo lavoro da sempre. E’ digeribilissimo, non ha i difetti dell’aglio normale, tuttavia ne mantiene il retrogusto. Ma è molto più delicato. E’ a lui che ho dedicato il nome del mio ristorante, perché lo uso con convinzione in moltissime ricette”.

Un locale, l’Osteria all’Aglione di San Piero, che omaggia il mangiare toscano. Non mancano la trippa, il lampredotto e il peposo. “E neanche i tortelli – spiega Giacomo – che realizzo con una varietà di ‘grano antico’, preparati secondo una ricetta del 1800. Qui si ‘coce’ alla Toscana”. “Inoltre – sottolinea il titolare – non ho il congelatore. Quindi tutto è fresco”.

E se cerco del Mugello nella dispensa della cucina cosa trovo? “Tantissimo, perché i prodotti della nostra terra sono così buoni che non si possono escludere – dice Chef Dreoni – a cominciare dalla farina macinata a pietra, le patate di Firenzuola, le erbette di campo di vari produttori locali, il formaggio, la carne. Gli insaccati li faccio direttamente io, vado molto fiero dei miei salumi. Dal prossimo anno, infine, metteremo nella carta dei vini delle etichette mugellane”.

Non resta che capitarci “a desinare”.

FabN
© Il Filo – Idee e Notizie dal Mugello – 1 gennaio 2021

1 commento

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *