SAN GODENZO – È un punto di riferimento per chiunque percorra il passo del Muraglione. L’omonimo bar, infatti, è sosta fissa per un panino, un primo piatto o un po’ di carne, il tutto condito da uno splendido panorama.

Punto di ritrovo, in particolare, per i motociclisti “Il Muraglione” offre cordialità, gentilezza prodotti genuini, locali e stagionali come ci spiega uno dei soci, Roberto Missirini che ha rilevato l’attività dal padre.

“Insieme al mio socio Simone Sacchini ed a mia moglie Silvia – racconta Roberto Missirini – abbiamo rilevato il locale di mio babbo nel 2019 che a sua volta lo aveva preso dai miei nonni nel 1957, quindi ho visto il locale ma soprattutto la clientela cambiare negli anni. All’inizio, quando non c’era l’autostrada, era frequentato per lo più da camionisti, poi c’è stato il boom dei turisti che passavano di qua per andare al mare ed ora è la meta preferita dai motociclisti che scelgono noi per una birra ed una schiacciata ripiena ma anche per un buon piatto caldo”.

Simone, Roberto e Silvia, infatti, si avvalgono di prodotti locali come le marmellate ed i succhi de “Le sorgenti” di San Godenzo, olio dell’azienda agricola Landini di Borgo San Lorenzo, il vino dall’azienda Frascole, la pasta fresca de “La Fiorita” e la cacciagione da produttori locali.

“Le salse, invece, – sottolinea Simone – le facciamo noi cercando sempre di rispettare la stagionalità. I nostri clienti amano in particolare la focaccia con finocchiona e tartufo, i tortelli all’ortica, il cervo arrosto ed il maiale con funghi e patate e d’estate, il giovedì sera, facciamo la porchetta artigianale dell’Agricola Pignano di Dicomano”.

“Il Muraglione” è parte del progetto “Mugello Tradizione e Qualità in Cucina” e di “Vetrina Toscana”, realizzato da Confesercenti Firenze e dalla Camera di Commercio di Firenze con il contributo della Regione Toscana, Toscana Promozione, Fondazione Sistema Toscana ed Unioncamere.

Irene De Vito
© Il Filo – Idee e Notizie dal Mugello – 13 Settembre 2022

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *