SESTO FIORENTINO – C’era anche l’assessore regionale all’agricoltura Stefania Saccardi, ad inaugurare, a Sesto Fiorentino, il nuovo punto vendita della Cooperativa Agricola Firenzuola CAF. E Saccardi lo ha sottolineato: “La qualità delle carni e dei formaggi del Mugello a KM0 in città nel rispetto di una filiera corta e controllata che significa sostenibilità e alta qualità”.

Con lei il sindaco di Sesto Falchi, il presidente di CAF Roberto Nocentini e il direttore Alessio Serra.

“Questa inaugurazione è per noi una grande soddisfazione –sottolinea Nocentini-: sono momenti non facili ma continuiamo a dare risposte ai cittadini da una parte, offrendo una carne di grande qualità, e ai nostri allevatori, incrementando le opportunità di mercato”.

Così ora la CAF è anche a Sesto Fiorentino: “Da anni –dice il presidente Nocentini- lavoriamo con le scuole di Sesto, attraverso Qualità e Servizi, e adesso mettiamo a disposizione quelle stesse carni finora usate nella mensa scolastica, anche ai genitori, alle famiglie. C’è grande interesse, c’era attesa, e i primi riscontri sono molto positivi”.

La Cooperativa Agricola Firenzuola ha rilevato un’antica macelleria, in via Pratese, angolo Scopino, da poco chiusa, e così porta a Sesto non solo la carne mugellana, ma anche salumi, formaggi, pane e olio; e ha assunto due nuovi giovani dipendenti.

E non si ferma qui: il giorno successivo, ad Arezzo ha inaugurato un altro punto vendita, ed entro la fine dell’anno conta di fare lo stesso a Faenza. “Presto – anticipa Nocentini- contiamo di rafforzare la nostra presenza anche in Mugello, con un’apertura nel centro di Borgo San Lorenzo”.

© Il Filo – Idee e Notizie dal Mugello – 15 Novembre 2021

1 commento
  1. Oliviero bencini
    Oliviero bencini dice:

    Mi fa piacere che la cooperativa si è avvicinata alla città, ma molto importante portare anche i prodotti del Mugello perché rientrano nelle esigenze delle famiglie così possono apprezzare la qualità dei prodotti cresciuti fuori dall’inquinamento

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *